Cerca

Come un sipario che muore oltre la lingua

Tag

quattro atti per il corpo

quattro atti per il corpo [13]

risuonano gli abboccamenti a labbra schiuse
una lingua di terra e il piantare le rime
nel dopo – così arrossato come una voglia
e sbarro occhi nel torbido mentre piango
dalle gambe e la tua unghia mi ciba
di cose fatte adagio nella notte

Annunci

quattro atti per il corpo [12]

gorgogliare è un viaggio della voce
appesa alla lingua nei cavi molli della mia anima
il riflesso ripetuto della mano contro i vetri
ammassati di pioggia
nello spettacolare svenire del cielo

quattro atti per il corpo [11]

fare pace con il rettifilo della voce
e sapersi –
nello spazio delle cose

(muovo la carne
per non farti mancare
l’aria

poi donna, io – evito l’ombra del vuoto

red
Ph Aneta Bartos

quattro atti per il corpo [10]

acqua tragica come la parola
nella tregua distante un palmo
dalla mandorla dolce
al sale – invalicabile
delle mie lacrime
un pressappoco sotto i letti
ammassati nelle stanze del dolore

tumblr_og3u6iPfIh1ua6540o1_1280

quattro atti per il corpo [9]

e le mani – così
nelle pieghe curve di buio
quanto una preghiera
nello scorrere della pelle

sofisticatede

quattro atti per il corpo [8]

l’amorevole cura dei gesti
è farsi casa piccola
mettere le cose da dirti
in un posto nascosto – come un nido
mentre la pesca rotola sul tavolo
nella corsa delle mani – fredde
e sono dove mi hai portato
un dire fare che sciaborda
come acqua devota

Alessio Albi
Alessio Albi

quattro atti per il corpo [7]

scrivo corpo nel vento
distillandomi tutta
nello sbieco della pioggia
fra le mani aperte dei rami
affissi sui muri – crepati
di gioia

Rich Burroughs
Rich Burroughs

quattro atti per il corpo [6]

calcolandosi nella pelle del muro
l’interno morbido delle nostre parole
una crosta calda – come una tasca
e darsi fuori nella rassegnazione
del gesto

Harold Halma
Harold Halma

quattro atti per il corpo [5]

la mia storia si ripete
una lingua parlata dalla carne
il dialogo riflesso su fogli mozzati di noia
un senza ombra – miagolato
dalle nuvole
leggermente arrossate dagli intenti
la notte cura le parole
nei letti curvi
e nelle mani ammutinate

il corpo che geme

Bleeblue
Bleeblue

Blog su WordPress.com.

Su ↑