il nero delle forme [18]

ho sperimentato l’uscita dal tunnel
la tua mano era una meraviglia
a cui perfettamente aggrapparsi
ti ho vestito con abiti non tuoi
per il timore di non avere null’altro che
questo nero u n i f o r m e

ho attraversato il tuo corpo
la parola sulla lingua
la tua pelle che sapeva di sole
innamorandomi di questa visione perfetta
mentre svestivo l’anima
di nuovo

e adesso
ho questa pura nebbia
un muro ad oltranza che non mi fa passare
ho chiesto attenzione nel punto sbagliato
della mia vita

on air: Radiohead – Karmapolice

Annunci

il nero delle forme [17]

ti ho dato la forma che volevo
lo spazio
in ogni millimetro
della mia cassa toracica

sono i tuoi modi a consumarmi
ogni giorno che passa ti diverti a spingermi
dentro una stanza senza finestre

e mi chiedo
se riuscirò
a sfuggir[m/t]i

on air: Placebo – Running up that hill

 

il nero delle forme [13]

esplosa da ogni piega
ho fatto promesse
e stretti nodi da mantenere
fiocchi
miscelati al sale di ogni giorno
che m’appartiene

[tutto ha la durata di un secondo
l’incunearsi delle vene
come partecipate e striate]

il getto del sangue ha
l’andatura di un Pollock
sfebbrato

[ora che non ho più l’appiglio
vorrei gettarmi dalle scogliere di Dover
con la stessa accuratezza di un volo in picchiata]

philomena famulok
ph Philomena Famulok