il nero delle forme [17]

ti ho dato la forma che volevo
lo spazio
in ogni millimetro
della mia cassa toracica

sono i tuoi modi a consumarmi
ogni giorno che passa ti diverti a spingermi
dentro una stanza senza finestre

e mi chiedo
se riuscirò
a sfuggir[m/t]i

on air: Placebo – Running up that hill

 

Annunci

il nero delle forme [16]

ho una città ferita
dentro l’occhio

amabile quanto il vuoto
mai lasciato

l’alfabeto nero
lo scrivo mentre i piedi
danzano nella pioggia

ho un corpo
che si modella come legno
mentre divento un massacro
rosso sangue

a pelo sul mare

il nero delle forme [13]

esplosa da ogni piega
ho fatto promesse
e stretti nodi da mantenere
fiocchi
miscelati al sale di ogni giorno
che m’appartiene

[tutto ha la durata di un secondo
l’incunearsi delle vene
come partecipate e striate]

il getto del sangue ha
l’andatura di un Pollock
sfebbrato

[ora che non ho più l’appiglio
vorrei gettarmi dalle scogliere di Dover
con la stessa accuratezza di un volo in picchiata]

philomena famulok
ph Philomena Famulok