e tutti esistono nonostante tutto (cit. Raboni) [1]

mi sento come una vena
che non conosce corpo
mentre l’aria si prende cura
delle mie parole
e tenera si strofina
sulla lingua
finendo
sulle perle di un rosario
pronunciato con dolore
mentre la nebbia
cresce alle mie spalle

 

Annunci