.Bisogna.

Bisogna avere del tempo, un pensiero sconclusionato.
Non avere aspettative, ma grandi distanze da colmare con dispetto.
Sacrificare i calici di vino e le mani immerse nella gioia.
Volersi del bene e del male, mentre attraversiamo noi stessi.
Sperimentare il dubbio e volersi disfare dei tempi morti.
Sperimentare il cammino a passo svelto, senza voltarsi mai.
Sopportare le avance delle nuvole e dichiararsi monogami al mondo.
Volere il mare in tempesta, paragonabile solo al tumulto dell’anima.
Innamorarsi del cielo e farsi portare altrove dal gesto feroce di un’eclissi.

.A forza di essere pelle.

a forza di essere pelle ci si trascinia nelle congiure delle ore e ti guardi nel riflesso di un frastuono che cede il fianco all’indefinitonutre così il nero di ogni forma sono le parti morbide di me a spaventare il domani la forza acuta che una montagna russa pronuncia sulle labbra il suo sfidare le gravide parole dette nel cuore della notte fra una schiena e il suo doppio

.Alligator.

nuova nuda carne
travestita a fiato

non trovi meraviglioso,
quella voglia che ti fa svestire e farti di pelle
per scatenare il tuo cazzo
e il pensiero sottile come una seconda pelle

sono una crudele nuova donna

che spinge in bocca
i passi
e la punta di scarpe lucide
bagnate come una fica

mi ci vedo riflessa
in quel
tentativo di farmi
una troia imperfetta