il silenzio onesto delle cose [22]

mi sono sempre trattta con dolore
i disegni sulla mia pelle
parlano con la mia voce

tutto il dolore è lì
ogni volta che muoio
mi diverto ad infierire
inchiostri

12 dolori
come spettri sogghignanti
dai corvi piccini
al serpente con i teschi

al never tear us apart
fino al vegliarmi
dentro

ripartiamo di nuovo

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...