L’accortezza delle parole,
diffuse/soffuse
una perfezione che mi fa tutta e
scompone la gola in un soffio,
le membra stanche nei dopo
accortacciati
nello stare in silenzio a schiena tesa
e una lingua che gioca con la mia bocca
dita ad aprire voragini umide/pulsanti
ti sospendo in un attimo
poco prima della luce
sva[e]nendo
nei lenti passi camminati
come fumo denso

Annunci