discorsi alla madre [6]

disperarsi nella buccia staccata dai lenti del sole,
un parlare trattenuto a stento dalle voci sbiancate
e ricostruire le pieghe d’abiti slabbrati, fermi
-come un chiodo

nei particolari del dorso-zigrinatura di mandorlo
e farsi conoscenza assolta nei credi inciampati in gola
darsi le misure dove i piedi non toccano
sgorgare in ciò che resta.

(2013)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...