racconti dal cielo (parentesi neutrali di tempeste) [4]

l’infinita stanchezza delle parole, così cigolanti all’interno della testa – mi fanno dimenticare il tempo del sole – questo continuo beccare dentro i bianchi, che galleggiano oltre la finestra nera e fare della bellezza qualcosa di così sfuggente che le mani bruciano come trafitte dal fuoco, mentre l’azzurro approda sulla mia schiena nuda

incrociata

Annunci

Un pensiero su “racconti dal cielo (parentesi neutrali di tempeste) [4]

  1. Paolo

    Versi sempre evocativi, parola denudata, essenziale. Immagini contrastanti e definitive, acuminate, taglienti, che maneggi con maestria, senza paura.
    Piaciuta, molto. Ancora complimenti.

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...