espiare alla conta della polvere [45]

a memoria racconto la terra che resta,
questo cadere dentro stanze
dove i fallimenti baciano i muri
e si sciolgono le rughe
– mentre
una piccola mano stesa
disegna
il silenzio onesto delle cose,
che sconfigge ogni addio

Verona, 25.10.2015

vuolo

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...