espiare alla conta della polvere [40]

necessita un chiodo la cornice
vuoto da riempire
una mano e il suo pensiero
l’orlo di una gonna
e il cigolio degli occhielli

murati vivi questi rumori
circondano l’uovo che è il mio cuore
morbidamente trafitto dalla ruggine
e chinare la polvere
sul passaggio frantumato del silenzio
mangiarmi dalle mani
il volere che non tace

William Zdan

William Zdan

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...