erigere immortalità [38]

arrampicata nel profumo
l’ estate mimetizzata sotto le tende
sgargiante il sole cibava a parole
i ricordi
la mano taciuta – controvento
sulle lenzuola delle 15
capace come una carezza
di riportarmi nei dieci anni fragili
quando le estati erano cose
indimenticabili
nella granella di sabbia e mare mimato
fra il sapore delle campagne e i limoni spremuti
oggi come ogni mese, t’allontani
e nulla mi darà quella sicilia che tu eri

a mia madre.

Brandon C. Long

Brandon C. Long

Annunci

5 pensieri su “erigere immortalità [38]

  1. Enzo

    L’idea della mia isola mi ha attraversato la mente leggendoti: immediata e corposa. Il titolo è già esso una lirica e tu sei di una profondità grandissima- Ribloggerò perchè vorrei che fossi conosciuta come meriti.

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...