arrampicata nel profumo
l’ estate mimetizzata sotto le tende
sgargiante il sole cibava a parole
i ricordi
la mano taciuta – controvento
sulle lenzuola delle 15
capace come una carezza
di riportarmi nei dieci anni fragili
quando le estati erano cose
indimenticabili
nella granella di sabbia e mare mimato
fra il sapore delle campagne e i limoni spremuti
oggi come ogni mese, t’allontani
e nulla mi darà quella sicilia che tu eri

a mia madre.

Brandon C. Long
Brandon C. Long
Annunci