mi vado a fondo nel dosarmi
come una prima volta,
con le mani dentro ciotole di farina
e fradicia d’acqua d’annusare
[raccomando i coralli agli occhi
spenti di luce per le frange di nuvola
allungate fino a restarmi polpastrelli nudi
da parole nel farsi vento]

Jaya Suberg
Jaya Suberg
Annunci