espiare alla conta della polvere [30]

questa notte così partecipe tatuata a stento nelle biforcazioni venose – in questo plurale masticato nelle costole così lucide di segmenti che l’acqua svilisce – mostrarti l’orizzonte nel gesto più semplice questo spicchiarsi in parti disuguali nell’intonaco delle case attraversate – i singhiozzi mi portano un certo squilibro e i piedi scorrono oltre le barriere di sale e l’orlo genuflette spasimi

hellen_van_meene_0077

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...