questa notte così partecipe tatuata a stento nelle biforcazioni venose – in questo plurale masticato nelle costole così lucide di segmenti che l’acqua svilisce – mostrarti l’orizzonte nel gesto più semplice questo spicchiarsi in parti disuguali nell’intonaco delle case attraversate – i singhiozzi mi portano un certo squilibro e i piedi scorrono oltre le barriere di sale e l’orlo genuflette spasimi

hellen_van_meene_0077

Annunci