il ritmo della forca nelle mani a penzoloni
il cuore nel decimo scompartimento
appallottolato come carta-straccia
/sporco di silenzi

tatuarsi l’infelicità fra un costato scarno e l’imbrunire nelle fessure di carne

(il dente marcio ti rantola addosso
come un pensiero che trafigge stanze vuote)

lissuin

Annunci