pungolo nella bocca e si ricorderà delle braccia e delle mie vesti, in un grumo rossastro che sa di vergine ammalata d’amore e di giocattoli che muovono gli occhi come giostre, l’incanto termine alla fine delle pietre e tu questo mio nome lo ripeterai ad ogni vento che singhiozzerà sulla nuca

mouthe12

Annunci