la mia bocca stride sulla carne tesa
diventa voce come una corteccia nuda
dispiego le vesti, nel sudore
riversato come ostia in braccio al rito
che la domenica miniaturizza anche l’inverno

lemani2

Annunci