e lentamente ti preferivo a questo pensiero,
piccolo e leggero, dentro buche nelle mani
che tu mostravi alla mia bocca

calcolavo e suddividevo ogni parola
che tu in un lungo gemito
raggomitolavi sulla mia schiena
in quel nostro addio
che ripetevo con le unghie
sui bordi di porte chiuse
e senza vento

cropped-evanescente.jpg

Annunci