resta un gorgo di saliva sul gomito
un ricordo che si disossa ad ogni passo
spremuto sulle suole

è strano questo tempo languido
cenno di labbra che non so bene dove appuntare
e spargere un seme in zolle sparpagliate
da becchi e piedi scalzi

una gestazione che si aggira
nei pressapoco spianati sulla mia bocca
il tremore prosegue
nella nudità che non mi dimentica

resta un’ora impagliata
in questo restarmi assiderato
il mio dente minuto
sgozza il cielo che si fa autunno
come il rosso d’ogni sole al tramonto

[©at’12]

PASSION NOIRE – Silence And Devotion

ph from web

Annunci