l’evidente rintocco ha una lagna che maschera le belle parole
e poi scivola addosso come una liquefatta scongiura fatta con le dita
mi riporta alla terra, nella caduta che sbuccia ginocchia
il rammendo del taglio infetta anche il mio occhio
che ti piange ancora quando dovrebbe
espurgare la merda che non sei altro

[razionalità.]

*

chi si sente chiamao in causa.
c’è la mail per discuterne.

Annunci