risuona ancora questa tua voce
nel saltello d’acqua da un bordo all’altro
-bocciolo rosa-amaranto
nei controventi
che la mia pelle ti dice
nella stoffa cigolano i fili
in un frangipane odoroso
che percorre il dorso
di una mano aperta[il perdono dei venti, a passare
fra i capelli un sussurro]
restami nei convessi sussurri
in un filare di verde e cielo
– questa mistura cordiale
che l’inverno accantona
[e fammi di petali –
come una conca divina]
[inedito 2012]©A.Taravella
photos by Cristina Rizzi Guelfi
Annunci