Tenderness of Wolves

Questi piedi tolti dai fossi
raccontano al cielo
lo strato poroso di un dolore
[che ripete la nenia
sui denti –
come frangiflutti di saliva]
rendimi la fame su di un pezzo di pane
imbevuto di rabbia – inchiostri
[sulla dubbiosa natura – frugale]
il confine – intercede
lungo la nuda notte [ferrosa]
e ti disperdi come uno scarafaggio
in preda al freddo
[meritiamo lo zoccolo duro
sulla schiena – sguarnita
dalla bellezza ]

sono l’auspicabile alla fine della bocca
ricordalo in queste tarde mattine di gennaio.

[inedito 2012]©A.Taravella

Coil – Tenderness of Wolves

photos by Simona Pocorobba

Simona Pocorobba

Annunci

12 pensieri su “Tenderness of Wolves

  1. poetella

    “sono l’auspicabile alla fine della bocca
    ricordalo in queste tarde mattine di gennaio.”

    …non credo si possa dimenticare. Anche volendo

I commenti sono chiusi.