questo preludio alla fine, si conteggia a ritroso nell’affetto,
in questo spicchio di luce e poi nei meandri ossuti di un silenzio
che si fa perpetuo, un graffio al vetro mi riporta nella luce
è l’attimo che mi distrae le vesti, impigliate nel rovo di parole che non mi
dici ed è la vertigine che manca, quel senso d’ineluttabile bellezza
che si perderà nel disinnesco del giorno che avverrà, la polvere
risulterà millesimale dentro il bordo del tuo viso che mi regala l’addio

[le mie parole sono come il vento, attraversano e non restano]

Massive Attack – Man Next Door

[inedito 2011]©Antonella Taravella

photos by david birkin

Annunci