fa solo male quest’aria piena di denti
una lacerazione che parte dal punto più basso del ventre
e si rimescola, piano, al grumo di pensieri che manchi
e la tua voce, superba, passa leggera sulla nuca, fin dentro le ossa
frastagliato, dissemini un urlo, quando mi stringi
come a proteggermi dal giorno che invade i capelli
mescolati alle tue labbra, appese a un senso
che mi svende l’anima e m’apre le cosce, calde.

[inedito 2011]©Antonella Taravella

photos by Francesca Woodman

Annunci