.neve.

avrei portato via gl’inverni dalle tue tasche, madre
per poi portarti nel cielo terso di queste primavere
da imboccare, a piccole cucchiaiate, come facevi tu
sorridendomi e colmandomi di bellezza, quella
che manca ora, assieme al filo che fa pendere
i bottoni, fuori dalle asole, come cuccioli smarriti
al centro di una neve che cade ancora copiosa

[inedito 2011]© Antonella Taravella

photos from web

Annunci

8 pensieri su “.neve.

  1. … già questi giorni per me sono molto tristi…
    … leggerti è un rasoio che scivola sui polsi… e non dà dolore…

    … e tu sai che cos’è per me [per te] la neve…

    … ti stringo forte, Antonella cara…

  2. non c’è molto da commentare leggendo questi versi..c’è solo da fare silenzio, e ascoltare una voce che non c’è più.
    meravigliosa.

I commenti sono chiusi.